Tenor’ e Liuto

Deutsch

L'uomo del Rinascimento, conformemente all' ideale della formazione universale dell' artista, univa musica, canto e poesia. Con i suoi sonetti seduceva l'amante, intratteneva amici e conoscenti con i canti e dimostrava tutta la sua arte quando suonava il liuto. Nei concerti di Gabriele Janneck e di Edmund Brownless vi è tutta la sonorità del Rinascimento: sonetti e canti sono eseguiti in lingua originale e accompagnati dallo strumento più amato del Rinascimento, il liuto.

Edmund Brownless da concerti come solista ovunque in Europa e nell' America del Nord, compone e dirige concerti: sia rappresentazioni sacre sia opere barocche. La sua formazione musicale cominciò nel coro di ragazzi della Hereford Cathedral in Inghilterra. Concluse lo studio di canto alla McGill University in Montréal con il "Master of Music"; ha seguito lo studio alla Schola Cantorum Basilienis e da Cornelius L. Reid a New York. Partecipa a numerose registrazioni, specialmente di Sequentia, Ensemble Gilles Binchois, Clemencic Consort e del Joshua Rifkins Bach Ensemble. E' docente di canto (musica antica) al Dr. Hoch's Konservatorium a Francoforte sul Meno e dirigente dell' Ensemble di musica vocale Das Consort Franckfort.

Edmund Brownless è uno dei pochi cantanti che si è specializzato nella pronuncia dell' epoca. Conosce perfettamente la storia della lingua tedesca, inglese e francese dal medioevo fino ad oggi, ed è da Dr. Charles Barber, Leeds University in Inghilterra, dove ha continuato gli studi dell' alto inglese dei primi secoli.

Gabriele Janneck, nata a Worms, ha studiato pianoforte e canto al Conservatorio del Palatinato Renano a Speyer. Quindi ha seguito lo studio del liuto rinascimentale e barocco da Lutz Kirchhof a Francoforte sul Meno. Inoltre ha preso lezioni di canto al Dr. Hoch's Konservatorium a Francoforte sul Meno. Oltre alla sua attività di insegnamento musicale, da concerti non solo come solista del liuto ma anche con solisti vocali e strumentali.


La Stampa:

Janneck e Brownless hanno interpretato i "Lutesongs" mondani ... con una intensità raramente sentita.

Wormser Allgemeine Zeitung

Ammirevole l'interpretazione minuziosa dei testi di Edmund Brownless, le magnifiche sfaccettature e sfumature nell' intonazione e le chiare e semplici melodie.

Kölner Stadt-Anzeiger

... the quality of the voices is attractive - high-tenor notes from Edmund Brownless are often beautifully placed ...

Gramophone (London)

Gabriele Janneck non solo ha una grande padronanza della Tecnica, ma conosce anche la interpretazione furiosa, l'espressione vivace delle composizioni proprie del Cinquecento.

Frankfurter Neue Presse